Lo scontro Morrissey vs Supreme

Lo scontro Morrissey vs Supreme

lo_scontro_morrissey_vs_supreme_1

Nonostante ci sia proprio lui sulla consueta photo tee della stagione Spring/Summer 2016, Morrissey è stato protagonista di una accesa discussione con Supreme, che probabilmente porterà le due parti in tribunale. Vi riassumiamo in breve l’accaduto.

Inizia tutto nel Luglio 2015 quando il brand di James Jebbia sceglie l’ex cantante dei The Smiths come protagonista della sua nuova collezione, e lo contatta per iniziare lo shooting con Terry Richardson a New York, dietro ovviamente un lauto compenso in denaro. Viene poi chiesto Morrissey di non diffondere in nessun modo informazioni o materiale inerente all’affare. Arrivato il momento in cui Morrissey deve scegliere la foto da usare, avendo quindi totale libertà, lui non si trova convinto dei risultati e chiede piuttosto a Supreme di poter usare una foto scattata da lui stesso (proprio quella che vi avevamo mostrato in anteprima su Instagram). Supreme rifiuta e offre tre soluzioni: un nuovo servizio fotografico a proprie spese, scegliere una delle foto già scattate da Terry Richardson, o restituire i soldi e sciogliere il contratto. Da quel momento Morrissey inizia a latitare e afferma di non voler vedere la sua immagine affiancata a quella di un brand che ha collaborato anche con White Castle, essendo lui un vegetariano convinto. Nonostante l’ennesima richiesta di sciogliere l’accordo, non vengono comunque restituiti i soldi a Supreme, che inizia quindi a produrre le tees e i poster che faranno definitivamente parte della Spring/Summer 2016 come pattuito nel contratto.

In seguito a questo comunicato postato da Supreme arriva poi la risposta di Morrissey, che si scusa con i suoi fan per vedere il suo nome coinvolto in questa campagna, e dá la sua versione dei fatti. Pensava si trattasse di degli scatti per una enciclopedia medica, non sapeva assolutamente della vecchia partnership con il fast food White Castle, e soprattutto ha offerto i soldi indietro ma Supreme ha ignorato i suoi avvocati. Comunque sia adirà alle vie legali.

Noi dal canto nostro ci limitiamo a riportarvi quello che è stato detto tra i due, ma una cosa è certa chi conosce il personaggio di Morrissey conosce anche il suo carattere e la sua personalità – vedi l’odio con i colleghi David Bowie e Robert Smith – e non si dovrebbe assolutamente stupire dell’accaduto.

Clicca qui per il lookbook della stagione Spring/Summer 2016.