Providermag x adidas Originals Tubular presenta AIRA

Providermag x adidas Originals Tubular presenta AIRA

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta di adidas Originasl Tubular, della scena romana e di quelle figure che negli ultimi anni con il loro lavoro, e la loro voglia di cambiamento, stanno trasformando Roma.
Illusione, trompe l’œil e animazione 3d sono le matrici sulle quali si posa l’ immaginario di AIRA che oggi incontriamo.
Fondato da Filippo M. Rotondi, lo studio di progettazione e grafica romano si è fatto strada grazie alla sua trasversalità: architettura, design, vjing, regia, motion graphics e CGI, unite alla visione futuristica, sono i mondi all’interno dei quali verte il lavoro di AIRA.

Quando nasce l’idea di AIRA e cosa ti ha spinto a scegliere Roma come sede del tuo lavoro?

Roma, la mia città, è stata il contesto ideale per approfondire le arti classiche ma anche dove ho iniziato a sperimentare le arti digitali.
Il mio lavoro è l’esatta combinazione tra recupero della tradizione e ricerca tecnologica.

Nell’era dell’informazione in streaming dove trovi principalmente inspirazione per sviluppare nuove idee?

Nei viaggi, nella natura e nell’attenta osservazione di ciò che mi circonda.

Chi è secondo te un influencer?

Un influencer è chi con il suo naturale manifestarsi diventa ulteriore fonte d’ispirazione.

Qual è l’elemento che non deve mai mancare in un tuo progetto?

Coerenza ed equilibrio tra l’idea di partenza, le finalità ed il mio stile.

Quando adidas Originals ha lanciato Tubular il tuo pensiero è stato?

La scarpa è un oggetto quotidiano apparentemente semplice ma allo stesso tempo riesce ad essere sintesi di tecnologia ed estetica. Credo che Tubular comunichi questo già dal primo sguardo.

La nuova adidas Originals Tubular è innovazione, tecnica e stile. Come trasformeresti queste sue peculiarità in un oggetto/immagine/suono del tuo mondo?

La struttura ed il design di Tubular mi ha fatto pensare ad un anello di mœbius un percorso infinito, un tunnel organico.

Quando hai indossato adidas Originals Tubular la prima volta la tua reazione è stata?

La sensazione è stata stranissima. Mi ha colpito la sua leggerezza ma allo stesso tempo la sua stabilità al terreno che era tanto che non sentivo su una sneakers.