Signs Inside In: Guido Gazzilli

Signs Inside In: Guido Gazzilli

U

ltima settimana di Settembre, e nuovo candidato che aprirà il mese di Ottobre.
Gennaio non è poi così lontano, e il confronto finale è alle porte. Guido Gazzilli, classe 1983, è immerso in una fotografia che racconta, e non sogna quanto riporta la quotidianetà così com’è, senza filtri, ma con schiettezza e un neorealismo moderno.
Viaggia per l’Europa in una fotografia itinerante, che lo mette di fronte a realtà interessanti, in cui vale la pena immergersi per descriverne gli attimi migliori.
Non è il colore, ma il bianco e nero a scandire gli scatti. Diversi progetti, diverse consapevolezze: Unwanted Dogs, Save Italian Racing, Ahmed, The Gateway to Europe, It’s a Miracle, Confessional War, Fisnik, The Greek Crisis fino a Ashes to Ashes.
Un consiglio è quello di farmarti, e spendere poco più di cinque minuti saltellando da un progetto ad un altro, per una veloce e intensa fuga, decontestualizzandoti dalla banalità, per poi decidere se votare e fare arrivare Guido alla finale di Signs Inside In.