Outdoor Urban Art Festival 2012: Borondo

Outdoor Urban Art Festival 2012: Borondo

L’ Outdoor Urban Art Festival di Roma giunge all’atto conclusivo e dopo gli incredibili lavori di Momo e Sam3 si arricchisce con un altra splendida perla di arte urbana.

Borondo è un giovanissimo Street Artist spagnolo con base a Roma fin dal 2011 dove studia presso l’Accademia delle Belle Arti. Lo spagnolo per la rassegna è intervenuto su entrambe le facciate esterne del centro di cultura gay ‘Mario Miele’, scegliendo due temi diversi ma comunque inerenti alle attività del centro.
L’intensità delle sue opere è pazzesca, corpi nudi appoggiati sulle superfici di lavoro si attorcigliano in danze sensuali, deflagrano in tutta la loro tristezza, corpi erranti si susseguono andando a colpire lo spettatore, provocandogli un caleidoscopio di emozioni.
Partito come artista di strada nei primi anni 2000, dapprima sperimenta diverse tecniche andando a cercare la propria collocazione artistica migliore. Nonostante si divida tra superfici a muro e vetro lo stile è inconfondibile, sollevando la vernice e graffiandola crea il suo disegno o semplice pittura, figure umane squarciate ed urlanti avvolte dal grigiore cittadino o nascoste dalla trasparenza del vetro, i suoi sono veri e propri quadri dipinti con tono poetico.

L’Outdoor concluderà il proprio percorso con l’ultimo artista Brus, e Venerdì 14 Settembre con un incredibile Final Act dove, insieme alla presentazione di tutte le opere, ci sarà l’apertura della mostra fotografica ‘Did You Ever Seen a Woman’ di Andrea Nelli presso le Officine Fotografiche in Via Libetta, per poi spostarsi in Via degli Argonauti con il Block Party finale.

Pics by Daniela Pellegrini