Signs Inside In: Fabrizio Mingarelli

Signs Inside In: Fabrizio Mingarelli

A volte bisogna seguire l’istinto e fotografare il momento. C’è chi sente il bisogno di seguire dei corsi per apprendere la tecnica e i segreti della fotografia, ma c’è chi invece come Fabrizio Mingarelli si abbandona ed innamora delle immagini e degli attimi che scorrono davanti i suoi occhi. Senza regole prende tutto ciò che lo ispira. Potrei azzardare, un ladro di emozioni. Qualche settimana fa, abbiamo dedicato il nostro spazio di Signs Inside In a Laurence Tarquin Von Thomas. Curatore del progetto ‘If You Leave‘, Laurence riunisce tra loro artisti proveniente da tutto il mondo. Scorrendo tra le immagini appare proprio il nome di Fabrizio Mingarelli.
A soli 22 anni il suo stile è già ad un buon livello. Il suo occhio va oltre ripulendo l’immagine del superfluo e dando quel tono di delicatezza ed eleganza agli oggetti, paesaggi e ai dettagli. Tutti hanno bisogno di sentirsi raccontare una storia, e svagarsi un po’, specie in questo periodo storico in cui le certezze si trasformano in speranze. Ecco perché mai come oggi la fotografia descrittiva come quella di Fabrizio, colpisce piu’ di altro.