Sole Technology: ‘FU’

Sole Technology: ‘FU’


Il Sole Technology Institute o “STI” è il primo ed unico laboratorio di ricerca completamente dedicato allo studio degli action sport.
Lo skateboarding e gli action sport in generale si sono evoluti nel corso degli anni e, come tutti gli sport, necessitano di tecnologie specifiche dedicate agli atleti.
A causa della mancanza di una ricerca specifica nello skateboarding, la maggior parte delle tecnologie realizzate fino ad oggi sono state prese in prestito da altri sport. STI ha posto fine a questa logica decidendo di sviluppare innovazioni dedicate esclusivamente a questa disciplina.



Grazie ad un laboratorio di circa 3.000 metri quadri interamente dedicato alla ricerca biomeccanica, ad un team di specialisti e ad una varietà di ostacoli per i test come mini rampe, rail, ledge e scalini STI studia ogni singolo movimento compiuto dagli atleti e ne analizza l’impatto sul fisico.
Il fine ultimo è lo sviluppo di tecnologie migliori per realizzare scarpe più resistenti, ridurre i rischi di infortuni e migliorare le performance dei rider di tutto il mondo.

A giugno di quest’anno Sole Technolgy ha presentato al mondo ‘FU‘ abbreviazione di Fusion, tecnologia che sta rivoluzionando il modello di produzione classico delle scarpe da skate. Le innovazioni importate sono sostanziali. Il processo di STI Fusion crea un legame inscindibile dalla fusione della tomaia, dell’intersuola e della suola insieme, rendendo molto più resistente la scarpa. In particolare, il liquido PU utilizzatato blocca perfettamente in un’unica lega rendendo inscindibile il legame tra la tomaia e la suola, facendo dire addio al vecchio sistema di vulcanizzazione della scarpa.
Eliminando poi il labbro in gomma (presente nei tradizionali modelli di calzature vulcanizzate) intorno alla suola, si arriva ad avere un prodotto due volte più flessibile rispetto ai tradizionali modelli vulcanizzati. Meno gomma, meno colla uguale minor peso, il 20% in meno.

Grazie al nuovo sistema si arriva a ridurre i tempi di produzione del 75% rispetto al metodo di vulcanizzazione tradizionale, diminuendo inoltre la quantità di colla e di energia sfruttata. Questo significa un impatto ambientale sensibilmente più basso, derivato proprio da una produzione in serie più pulita. Una vera e propria rivoluzione tecnica.
Il risultato è visibile e testimoniato dai attraverso numerosi video, personaggi come: Sean Malto (etnies), Jerry Hsu (Emerica), Kellen James e Rodrigo Teixeria (ès), spiegano i motivi per i quali le scarpe realizzate con STI Fusion permettono di skateare meglio rispetto a quelle con una struttura vulcanizzata classica, in quanto più durevoli, flessibili, leggere e comode.
Un risultato tangibile che potete testare di persona cercando negli skate shop i prodotti della linea ès, Emerica e etnies sui quali la FU Technolgy è già presente.