Rise Above & Scarful ‘ICONOLOGIA’ Exhibition

Rise Above & Scarful ‘ICONOLOGIA’ Exhibition


Quando due teste calde come Rise Above e Scarful si mettono una di fronte all’altra, il risultato dello scontro culturale può essere devastante, scandaloso, mistico, inquietante.
Una breve introduzione prima di parlarvi del loro progetto è d’obbligo. Da una lato abbiamo Rise Above il nostro illustratore romano preferito (vedi la nostra intervista) dall’altra la storia, Alessandro “Scarful” Maida artista e designer romano, classe 1968 che a metà degli anni Novanta fonda il collettivo Hateful Graphic Vandals e sceglie il nome Scarful. Dal 2003 fa parte – insieme a Joe, Nico, Pane e Stand – del gruppo Why Style. Ha realizzato artwork per gruppi musicali come Zu, Antiyou, Truceklan, Dimension X, Ivs Primae Noctis, Black Friday e Bud Spencer Blues Explosion. La sua attività di grafico lo ha portato a collaborare per marchi di moda mainstream e underground, come Carhartt, Nike, VNGRD, Bastard,  Lobster, Warriors e magazine come Rolling Stone, Novum e Rugged.

Amici nella vita, Rise Above e Scarful si sono lanciati nella preparazione di una mostra a quattro mani sul tema dell’Iconologia.

L’ “Iconologia” del Cavalier Cesare Ripa è un volume del 1593, successivamente ampliato a più riprese nei contenuti e nelle immagini prima nel 1603 e poi nel 1625, nel quale il Ripa accorpa in maniera ragionata le moltissime allegorie e simbologie stratificatesi nella cultura italiana sino ad allora.
Figure provenienti dal mondo classico, religioso, filosofico ed ermetico così come delle arti, dei mestieri e dalla semplice tradizione popolare ,vengono riviste in un lavoro enciclopedico in cui le figure e gli oggetti simbolici provenienti dalle disparate tradizioni di cui sopra vengono accorpati e rielaborati con sapienza.
Il risultato è una carrellata impressionante -per varietà e dettaglio- di figure iconografiche, ciascuna a descrivere un modo, una virtù, un luogo fisico o della mente, un attitudine o un carattere, descritte con dovizia di parole e illustrate con suggestive incisioni.
La mostra è un breve concept multidisciplinare in cui gli autori si descrivono oggi cercando i mezzi nelle simbologie della cultura classica codificate quattrocento anni fa da Cesare Ripa, in quanto da secoli “Necessaria à Poeti, Pittori et Scultori, per rappresentare le virtù, vitij, affetti e passioni humane”.

Troppo curioso per aspettare il 23 di dicembre, quando si aprirà al pubblico la mostra all’interno di PROFILEXPO a Roma, sono andato a vedere un pò più da vicino cosa stava architettando quei due. Il concetto per lo sviluppo di ‘ICONOLOGIA’ è basato sulla realizzazione di tre sketch per artista, ridisegnati dalla controparte, per un totale di sei opere, esposte di fronte a un totem, che non compare nel teaser che vi presento oggi per non svelare troppo.
La mostra che si inaugurerà il 23 dicembre, come dicevo, rimarrà aperta al pubblico fino al 10 gennaio.

ICONOLOGIA
PROFILEXPO
Piazza di Spagna, 51 – Roma
LUN · MER · VEN · SAB, dalle 10.00 alle 19.00

Photo by Providermag