Uniform Wares: “watch other colour”

Uniform Wares: “watch other colour”

UniformWares

Punto debole, lo ammetto. Gli orologi sono un mio punto debole. Ogni Giovedì mi prendo gli insulti dei colleghi perchè dormo. Dormo perchè sono stato sveglio fino alle 5 a vedere “il tipo di Telemarket” che mi racconta morte e miracoli di un Vacheron Constantin con doppia complicazione da 55.000 euro. Ma come diceva Van der Rohe “less is more” e non a caso i modelli che preferisco sono TCM, Glycine, o al limite vecchi militari russi. Sarà proprio per questo che gli orologi Uniform Wares mi sono piaciuti molto. Progettati a Londra e distribuiti in tutto il mondo, rappresentato quell’ alternativa raffinata che effettivamente non c’era. Linee pulitissime contrapposte ad un aspetto solido, un prodotto di qualità adatto sia a lui che lei (cassa in alluminio da 37 mm). Anche la scelta cromatica mi sembra adeguata: dal giallo al mattone passando per il rosso, grigio, sabbia e gli immancabili bianco e nero. Certo, i puristi del settore storceranno il naso per la meccanica giapponese, ma per quello che costano non si può di certo pretendere un El Primero! Costano 100 euro “straight to your home”. Perfetti per Natale.


uniformwares2