In viaggio verso Caracas

In viaggio verso Caracas

Nelle ultime settimane Caracas è un nome che i blogger di moda hanno incontrato diverse volte. Hanno fatto un ottimo spamming attraverso i network della rete e si sono fatti sicuramente notare. Un ottimo inizio per un brand italiano. I loro prodotti sono stati presentati, descritti, commentati. Ma sinceramente ero un pò stanco di fare il solito post. Così ho saltato questa fase e sono andato direttamente a paralare con il suo ideatore, per capire cos’è Caracas e perché bisognava parlarne.


“Caracas”, nome venezuelano ma cuore italiano. Com’è nato questo progetto e con lui il suo nome?

“Caracas” nasce dall’esigenza di trovare un nome che fosse riconoscibile in tutto il mondo e che richiamasse all’idea del viaggio esotico e allo stesso tempo della grande città con tutte le sue contraddizioni. Il progetto è nato circa quattro anni fa, ma abbiamo aspettato che ci fossero i presupposti per dargli il via, volevamo creare qualcosa di completamente italiano e qualitativamente molto alto

Il mercato dello streetwear italiano sta vedendo una continua nascita di nuovi brand, alcuni più o meno validi, ma comunque nuovi. Si fa sempre più difficoltà a capire quali sono quelli validi e quali no.
Per Caracas quale sarà l’elemento su cui puntare?

Il team di produzione assolutamente giovane. La EMMEtre è un’azienda di produzione che sta nel mercato da oltre 30 anni ma mi ha dato la possibilità di formare un gruppo di lavoro molto giovane……vedi Mira di Lovepics.it che ha soli 22 anni e cura tutto l’aspetto grafico e fotografico oppure Federica la nostra designer che ha 33 anni e già sta lavorando alla collezione estiva 09 o Anita, 26, che cura tutti i nostri contatti internet. Oltre al team però, puntiamo molto sui materiali e sulla confezione completamente MADE IN ITALY, con l’idea dei piccoli passi e dei miglioramenti costanti. L’aumentare dei marchi street e quindi di concorrenza, ci ha dato l’input a curare molto di più i particolari nella confezione e a trovare sempre nuove idee che possano spingere i ragazzi ad acquistare Caracas, come le COMBO sul nostro shop o altre iniziative che stiamo studiando per novembre\dicembre

Le “Combo”? Di che si tratta?

A: Le combo uniscono tre elementi della nostra collezione,che venduti insieme (solamente su caracas.bigcartel.com) abbassano il costo ed eliminano le spese di spedizione, quindi c’è una doppia convenienza ma non è l’unica iniziativa che si può trovare sullo shop, tra poco lanceremo il “CARACAS CHRISTMAS BOX” ossia un perfetto regalo di natale che conterrà gadgets, accessori ed alcuni pezzi della collezione, il tutto nel formato combo.

A cosa vi siete ispirati per questa prima collezione?

Questa è la nostra seconda collezione, la prima è uscita con l’estivo 08 , ma è stato uno spot di sole t-shirt per capire che riscontro avrebbe potuto avere il brand nei confronti della gente il risultato positivo ci ha spinti a produrre questa seconda collezione ispirandoci ai colori degli anni 80 e ai modelli classici di quegli anni come il bomber o i cardigan naturalmente rivisitati da noi in chiave più moderna e accattivante

Hai per caso già sbirciato qualcosa dalle bozze di Federica per la prossima collezione?

Certo e posso dirti che sarà una collezione più vasta, più completa ed anche più particolare per il resto ci diamo appuntamento a febbraio per qualche anteprima. Però c’è una novità anche per novembre, perchè uscirà una nostra borsa in pelle in due versioni, una classic ed un’altra in limited edition

Mi piace sempre chiedere che musica viene ascoltata, se viene ascoltata, durante il processo creativo.Caracas su che note è uscita?

ascolto moltissima musica e di tutti i generi quindi Caracas nasce su mix di musica che va dal rap oldschool tipo NTM e IAM alle note di Allevi all’R&B o alla musica elettronica dei SILICONDUST, ma il meglio di me lo do ascoltando Pinocchio con la Pina su radio DEEJAY. Pina the queen

Si non sono male, anche a me capita di ascoltarli ogni tanto. E qual’è la tua top 5 di sempre?

A:è difficile diciamo che non le metto in ordine di importanza e che 5 sono troppo poche:I love rock and roll(ma l’originale non quella di Britney Spears), Get up stand up di Bob Marley, Police dei Supreme NTM, Pretty Fly degli OFFSPRING, Sunday bloody Sunday degli U2. Sicuramente tra 5minuti me ne verranno altre in mente ma è andata così.

La gente dove potrà comprare i capi di Caracas?

Si spera in più negozi possibili, ma per ora la maggior parte delle vendite viene dal nostro shop online, caracas.bigcartel.com, poi ci sono alcuni negozi con cui staimo studiando degli eventi per lanciare al meglio il brand, inoltre stiamo vagliando un po’ di proposte di alcuni studi di rappresentanza a cui affidare la nostra Caracas.